Grappoli di fotoni!

Un gruppo guidato da Vladan Vultec ha osservato un nuovo comportamento dei fotoni: all’interno di nubi di rubidio a basse temperature si possono creare stati legati tra due o tre fotoni, i quali, interagendo, acquistano una frazione di massa dell’elettrone e viaggiano a una velocità 100 mila volte più piccola della velocità della luce. Il gruppo di ricerca, ora, vuole indagare nuove possibili interazioni, ad esempio che i fotoni, in particolari stati, possano respingersi in veri e propri urti elastici. Si studierà, anche, l’ipotesi di usare questi nuovi stati in computer quantistici ad alta efficienza.
Qui potete trovare l’articolo del MIT, oppure l’articolo di Science.

admin